L’Italia migliore non si ferma mai:Giornate di mobilitazione contro la sanatoria truffa. Milano, Padova, Brescia, Massa, Verona

0
3628

Da Padova a Brescia, da Milano a Massa ed ancora Verona, riparte la mobilitazione. Sit in, cortei, presidi permanenti, i migranti e le associazioni si mobilitano bussando alla porta di chi non vuole ascoltare.

Riparte la mobilitazione. Da Padova a Brescia, da Milano a Massa, una giornata di mobilitazione per ridare il via a molte giornate di lotta.
-  A Padova dalla mattina i migranti truffati con la sanatoria 2009 e quelli che si sono visti rigettare le domande per la cosiddetta doppia espulsione, insieme all’Ass Razzismo stop si sono uniti ai migranti tunisini approdati prima del 5 aprile a Lampedusa a cui le istituzioni nazionale e cittadine non hanno dato alcuna risposta di accoglienza e che si sono accampati insieme alle Brigate di Solidarietà Attiva ed alla Rete per l’accoglienza degna sotto la prefettura. Alle 11 si è radunato il presidio con oltre 100 migranti che prima è stato ascoltato in delegazione dalla prefettura di Padova, fermamente decisa ad “obbedire” alle disposizioni impartite da Maroni (e contrarie alla legge) e poi è stato ricevuto, dopo un mini-corteo per le strade del centro, da alcuni consiglieri comunali che presenteranno una mozione affinche il comune si attivi per chiedere l’immediata applicazione della sentenza dell’Adunanza plenaria e la convocazione di un tavolo nazionale e territorioale per discutere la questione delle truffe.
Ancora nel pomeriggio, dopo l’incontro in Comune, i migranti hanno attraversato il centro cittadino per raggiungere il Duomo ed incontrare il Vescovo che, fuori città, ha assicurato un appuntamento entri i prossimi giorni.
 fonte: meltingpot.org