[BSA TOSCANA-BSA EMILIA] due serate sull’Emilia, perchè non cada il silenzio

0
64









SABATO 19 GENNAIO, CANTIERE SOCIALE CAMILO CIENFUEGOS, CAMPI BISENZIO

-ore 20: cena benefit per il Comitato Sisma.12
PRIMO+CICCIA ALLA BRACE
per prenotazioni cell: 3292451019 email: [email protected]
(è necessario prenotare entro venerdì mattina per comprare la ciccia!!!)
offerta minima: 8 euro


ORE 22 DIBATTITO


TERREMOTO EMILIA: cosa è stato, cosa c’è!
Dal terremoto della crisi alla crisi del terremoto.



A qualche mese dal terremoto la situazione in Emilia resta critica: se già la crisi economica aveva colpito duramente la Bassa, il terremoto è stato il colpo di grazia. Fortunatamente c’è chi, tra speculazione, interessi delle banche, disoccupazione, costruzioni mediatiche al limite del fantascientifico e necessità di ricostruire s’è rimboccato le maniche, autorganizzandosi per gestire dal basso la ricostruzione. Sono i Comitati, vigili e agguerriti sulla gestione dell’emergenza terremoto e sul post.

Facciamo il punto con:
Brigata di Solidarietà Attiva Toscana
Comitato Sisma.12-ricostruiamo la Bassa dal basso


a seguire


ORE 23 LIVE (ingresso 2 euro) CON

PUNKISTAN (punk-rock resistente)

The Hot Jokers (speed rock)

http://k100fuegos.org/RESISTENZA/index.php




DOMENICA 20, , CIRCOLO ANARCHICO BERNERI BOLOGNA

@Circolo Anarchico C. Berneri, piazza di porta S. Stefano, 1    
A otto mesi dal terremoto che ha scosso l’Emilia il circolo berneri organizza una giornata di dibattito con le realtà che hanno contribuito a creare nei territori una risposta dal basso, autorganizzata, all’emergenza. Una risposta che è andata radicandosi costruendo reti territoriali di solidarietà diffuse e partecipate. Come Circolo Berneri abbiamo sostenuto queste attività con la campagna “Oltre le scosse” raccogliendo beni di prima necessità e consengandoli poi alla LiberaOfficina che ha offerto uno spazio per raccogliere il materiale e che assieme ad altri terremotati ha dato vita al centro di distribuzione di Concordia sulla Secchia. Una rete diffusa, decentrata e autorganizzata di terremotati e terremotate che, spezzando la logica assistenzialista e paternalista dello stato e delle istituzioni ha saputo sostenersi e sostenere il proprio territorio.
Interverranno alcuni attivisti del centro di distribuzione di Concordia sulla Secchia, alcuni compagni di LiberaOfficina e delle Brigate di Solidarietà Attiva.