[Bsa Toscana e San Possidonio] solidarietà ai lavoratori dell’Ikea di Piacenza

0
66
Cavezzo-Emilia

Le Bsa Toscana e San Possidionio, raccogliendo l’appello del Coordinamento di sostegno alle lotte dei lavoratori delle Cooperative per una giornata di solidarietà di classe coi lavoratori dei lavoratori dei magazzini Ikea, hanno espresso solidarietà appendendo striscioni a Cavezzo, dove è in corso l’intervento al fianco dei terremotati emiliani, a Livorno e partecipando al volantinaggio di denuncia/protesta di fronte all’Ikea di Sesto Fiorentino.
Riteniamo infatti fondamentale sostenere, praticamente e politicamente, le lotte dei lavoratori del settore della logistica, da quella di Pioltello e Basiano a quelle di Piacenza, denunciando le condizioni di sfruttamento, pubblicizzando le lotte e, come abbiamo fatto con Pioltello, sostenendole anche economicamente.
Livorno

Ringraziamo anche i compagni che hanno costituito il Coordinamento di sostegno ai lavoratori delle Cooperative in lotta per il loro utilissimo lavoro di ricomposizione delle lotte.

In allegato il comunicato del l Coordinamento di sostegno alle lotte dei lavoratori delle Cooperative che lanciava la giornata di solidarietà e il volantino distribuito.

BSA TOSCANA, BSA SAN POSSIDONIO

Dopo I provvedimenti disciplinari ai lavoratori più esposti nelle lotte e le violente cariche ai picchetti dei giorni scorsi, dopo i tentativi di criminalizzazione dei lavoratori in lotta, dopo l’ultima serrata da parte dell’Ikea che vuole licenziare 107 lavoratori come ritorsione alla determinazione dei lavoratori, la mobilitazione continua!
l’ IKEA che ha cercato di mantenersi la faccia pulita scaricando sul consorzio CGS tutte le responsabilità di una trattativa sindacale intesa come imposizione autoritaria, ha ora gettato la maschera.
Ha svelato il volto vero della ferocia padronale che non vuole ostacoli. che è abituata alla concertazione al ribasso dei sindacati confederali, che vuole imporre il licenziamento di 107 lavoratori come atto di guerra agli operai che hanno incominciato a scioperare per l’applicazione di un già misero e risicato contratto nazionale, che fa proprio il dogma marchionne LAVORO = RICATTO e assenza di diritti da sempre in vigore nelle cooperative.
Per SABATO 10 novembre lanciamo quindi una giornata per la solidarietà di classe e per schierarsi a fianco di questi lavoratori che non hanno accettato il ricatto e stanno mettendo in gioco il loro lavoro e le loro vite protestando contro lo sfruttamento del sistema delle cooperative funzionale al profitto dei grandi marchi della logistica trasporto e distribuzione delle merci.
Un sistema di sfruttamento che in un momento di crisi strutturale dell’organizzazione capitalistica del lavoro acuisce i toni del comando e dell’imposizione di una compatibilità che al contrario i lavoratori rifiutano.
Per questo è giusto sostenere i lavoratori in lotta, per questo è giusto schierarsi alloro fianco per una lotta che è di tutte e tutti e per i diritti di tutti e tutte.
invitiamo tutti i compagni e le compagne, le strutture dell’ autorganizzazione sociale e sindacale a partecipare alle iniziative di denuncia che si svolgeranno in molte città d’Italia davanti ai punti vendita IKEA.

Coordinamento di sostegno alle lotte dei lavoratori delle cooperative